Chi siamo

Siamo un gruppo di ricerca che intende pensare il presente a partire dall’esperienza vissuta del tempo della fine. L’idea è di sviluppare una rete informale che connetta persone e gruppi eterogenei, accomunati dalla tensione fra ricerca e pratiche.

Pierangelo Di Vittorio è ricercatore indipendente e lavora nei servizi di salute mentale di Trieste, per poi continuare i suoi studi a Strasburgo con Philippe Lacoue-Labarthe. È tra i fondatori di Action30, collettivo di ricercatori e artisti che dal 2005 sperimenta forme ibride di condivisione della cultura. Tra le sue pubblicazioni: Foucault e Basaglia. L’incontro tra genealogie e movimenti di base (Verona 1999); (et al.) L’uniforme e l’anima. Indagine sul vecchio e nuovo fascismo (Bari 2009); (et al.) Bazar Elettrico. Bataille, Warburg, Benjamin at Work (Potenza 2017); (con M. Colucci), Franco Basaglia (Merano 2020). Fa parte della redazione della rivista “aut aut”.

Edoardo Fabbri Laureato in architettura, è dottore in scienze filosofiche presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2019 ha fondato il collettivo di progettazione e ricerca Archibloom. E’ autore di L’architettura come arché. Appunti sull’hortus apertus (Efesto edizioni 2020).

 Andrea Russo è ricercatore indipendente, attivista, autore di testi e saggi su Michel Foucault, l’operaismo e il pensiero filosofico contemporaneo. E’ stato tra gli autori e i curatori del Lessico di  biopolitica (2006) e del volume collettaneo a cura del collettivo Action30 L’uniforme e l’anima. Ha collaborato al Laboratorio “archeologia filosofica”.

Francesco Serra di Cassano Organizza, progetta e coordina incontri culturali e seminari in ambito letterario, storico, filosofico. Ha lavorato per 25 anni nella comunicazione parlamentare alla Camera dei Deputati.  Collabora con l’Istituto per gli Studi filosofici di Napoli, l’Accademia Vivarium Novum (campus mondiale dell’umanesimo) di Frascati, la Fondazione Dynamo Camp, Eli (Esperienze Libri Idee) farm culturale e libreria di Roma fondata da Marcello Ciccaglioni, il Teatro patologico di Roma, fondato da Dario D’Ambrosi. È autore di un romanzo Tutta colpa di Berlinguer, ilmiolibro.it, Roma, 2014 e di un saggio di ambito storico filosofico, R-esistere. Dal pathos della Kultur al paradigma immunitario. Thomas Mann e le tensioni della modernità, Bibliopolis, Napoli, 2021.

Paolo Vernaglione Berardi insegna filosofia e storia ed è professore invitato presso la facoltà di filosofia della Pontificia Università “Antonianum”. E’ autore di saggi e testi tra cui Il sovrano, l’altro, la storia (2006); Dopo l’umanesimo. Sfera pubblica e natura umana (2008); Filosofia del comume (2012), La natura umana come dispositivo (2016); Quaderni di archeologia filosofica (2017, con Alessandro Baccarin); Commenti alla filosofia (2021). Ha costituito con alcuni amici il Laboratorio “archeologia filosofica” e cura l’omologa collana editoriale presso Efesto edizioni.

Torna in alto